Imparare a frenare è la cosa più importante per un pattinatore dopo l’equilibrio e la spinta. Come frenare in strada con i roller quad? In questo articolo affronto le frenate in situazioni esterne, asfalto di strade e piste ciclabili,  dove non è possibile o è pericoloso girarsi e puntare il tampone freno. In molti casi il tampone non è proprio presente e quindi bisogna fare in altro modo. Queste tecniche sono applicabili anche in pista o al chiuso e aggiungo che sono del tutto simili a quelle del pattinaggio inline.

Frenata a spazzaneve o meglio spazzasfalto

PRO: Efficace in lunghe discese, consumo nullo delle ruote.
CONTRO: Nessuna controindicazione

Se ci si trova su una strada in pendenza e la velocità non è troppa si può tentare di rallentare mettendo i piedi leggermente divaricati, un po come per gli sci a spazzaneve, qui li chiamerei spazzasfalto. Come si vede dalla figura sotto i pattini e quindi le gambe non devono essere vicine anzi più si allargano più si riuscirà a frenare con efficacia. Ovviamente non bisogna esagerare, l’angolo di convergenza deve essere dapprima minimo, quando si incomincia a rallentare si può accentuare la convergenza fino a frenare. Non so come spiegarlo meglio, bisogna provare. Ovviamente si possono utilizzare più tecniche insieme, prima spazzaasfalto per rallentare e poi frenata a T che trovate sotto. Il consumo delle gomme è minimo, praticamente impercettibile.

  1. BARICENTRO CORPO
  2. SENSO DI MARCIA
Frenata a spazzasfalto
Frenata a spazzasfalto

Frenata a T o Trasversale

PRO: Alto controllo e precisione ad alte e basse velocità.
CONTRO: Le ruote si consumano molto e in modo disomogeneo.

La frenata più comune in assoluto e la frenata a T che sta per trasversale. In pratica abbiamo un pattino che tiene la direzione, quindi il baricentro (1)  si trova al centro del pattino portante. L’altro pattino messo quasi a 90° utilizza l’attrito delle gomme contro marcia per frenare. Il pattino che frena non deve essere puntato con violenza a terra, va adagiato prima con la ruota indicata nella freccia (3) poi la ruota subito dietro. Per facilitare questa posizione delle gambe è bene piegarsi qualche grado sulle ginocchia, portare le due braccia avanti e arretrare il pattino frenante più di quanto mostrato nella figura sotto. Una volta capito l’esercizio le braccia avanti non servono più, le ginocchia non vanno più tanto piegate e il pattino non va troppo arretrato. Questa tecnica fa frenare con efficacia ma consuma molto le ruote, soprattutto quella indicata (3) per questo conviene invertire le ruote ogni volta che si pattina.

  1. BARICENTRO CORPO
  2. SENSO DI MARCIA
  3. ATTRITO
Frenata a T o Trasversale
Frenata a T o Trasversale

 Nel video una classica frenata a T su una discesa abbastanza ripida con una pavimentazione liscia ma non scivolosa

 

Frenata Cristiania

PRO: Frenata immediata in pochi centimetri
CONTRO: Difficilmente realizzabile sull’asfalto ruvido

Questa è una frenata che si usa molto nell’hockey su pista, la frenata è immediata, i due pattini si spostano contemporaneamente in senso contrario all’andatura e la corsa si interrompe all’istante. Si può frenare così all’aperto sull’asfalto? Si, se la pavimentazione lo permette ma se l’asfalto è molto ruvido si rischia il cappottamento. Questa tecnica oltre ad essere abbastanza difficoltosa, in strada è sconsigliabile per via del pericolo auto e mezzi vari in circolazione. Da provare su una pista con pavimentazione liscia o sul parquet.

frenata cristiania roller quad
frenata cristiania roller quad

Frenata Powerslade

PRO: Frenata molto scenografica
CONTRO: Difficilmente realizzabile sull’asfalto molto ruvido

Questa è una frenata molto scenografica, il pattino che tiene la direzione procede in senso contrario cioè la punta del pattino destro è diretta verso destra e il pattino trasversale che frena procede per diversi cm/metri a seconda della ruvidità della pavimentazione. Questa tecnica oltre ad essere abbastanza difficoltosa, in strada è sconsigliabile per via del pericolo auto e mezzi vari in circolazione. Da provare su una pista con pavimentazione liscia o sul parquet.

 

frenata powerslade roller quad
frenata powerslade roller quad

Nel video alcune frenate su pavimentazione di cemento liscio un pò polveroso.

Qual’è la migliore frenata in strada con i quad?

Senza pensarci due volte, la frenata a T o trasversale. Ottimo controllo sia a basse velocità che a velocità sostenute. Unico neo è l’usura della ruota anteriore SX del pattino DX che si rimedia facilmente effettuando dopo la pattinata la rotazione delle ruote, oppure se si dispone di un pattino a sgancio rapido anche durante la pattinata.

Esistono anche altre frenate, ad esempio quella a slalom o a zig zag, devo dire che la frenata sembrerebbe efficace perché si rallenta però è come se un motociclista iniziasse a fare lo slalom su una discesa… non è proprio una cosa normale in strada, senza contare che se si pattina in gruppo il pattinatore più veloce che giunge da dietro potrebbe colpirvi perché lo slalom è imprevedibile. In strada bisogna stare attenti a tutto, guardare tre macchine più avanti di quella che ci precede, guardare le buche insomma tutti i sensi allerta!

IMPORTANTE!!! Aggiungo che le ruote dei pattini devono essere quelle da strada, cioè minimo 62mm di poliuretano con durezza dai 78A ai 83A max. Trovate QUI una guida dedicata. Con ruote dure da pista tipo roller derby o pattinaggio artistico non avventuratevi!!!

Detto questo, mi auguro che questo articolo sia utile e preciso che è tutto frutto di esperienza personale in strada. Se vi è piaciuto CONDIVIDETELO Grazie 🙂

 

Roller Quad Shop

Come frenare in strada con i roller quad

Supporto il pattinaggio quad in strada con video e guide. Realizzo pattini quad artigianali con ruote da strada di mia progettazione e realizzazione. Contattami

Leggi anche questi articoli:

Related Post

Iscriviti al canale YouTube
RollerQuad.it by Giovanni Simiani

GRAZIE! <3