Ieri sera ho conosciuto Luca, dopo la presentazione ho notato che aveva ai piedi dei bei pattini quad con delle bellissime scarpe da calcio giallo fluo, “evo Power” della Puma. Prima cosa che ho fatto, ho guardato sotto come erano montate e sorpresa delle sorprese… ho visto il montaggio più incredibile che abbia mai visto… in realtà non si può considerare neanche un semplice montaggio faidate ma un vera personalizzazione avanzata. Le scarpe da calcio si sono sempre montate sui pattini, si tagliavano i tacchetti e si foravano le suole in prossimità dei fori della piastra. Qui Luca ha fatto molto di più, ha svitato i tacchetti removibili delle scarpe ed ha modificato una vecchia piastra in modo tale da far combaciare i fori filettati delle scarpe con i fori sulla piastra. La cosa bellissima è la cura per i particolari, infatti la curvatura delle scarpe è stata compensata con fresature nei punti giusti. Inoltre ha rovesciato la piastra per arretrare molto la posizione della scarpetta, in pratica la punta dove c’era il freno adesso è sotto al tacco. Risultato, sorprendente! Devo dire che questa modifica non è alla portata di tutti, non si tratta certo di un fai da te, ci vogliono competenze tecniche di vario tipo e un officina meccanica molto ben dotata a disposizione. Luca è del mestiere e quindi è stato agevolato.

Guardiamo tutte le fasi di lavorazione e dopo do a Luca dei consigli per migliorare ulteriormente questo spettacolo di pattino!

Sorprendente! Non posso dire neanche “da manuale” in quanto questo è un pattino unico al mondo! I complimenti di persona gli sono stati fatti, un bell’articolo su rollerquad.it c’è però adesso a mio avviso bisogna migliorare due aspetti.

  1. Primo aspetto: in un pattino quad non può essere lasciata al caso la parte crociere e sospensioni, queste piastre di partenza erano abbastanza scarse, penso siano degli anni settanta, ma non le avevo mai viste. Io sostituirei i due perni centrali che adesso sono passanti e di 8mm con un più recente perno per pattini da 10mm ad esempio prendendoli già pronti dalla Boiani) in questo modo si potrebbero utilizzare sospensioni in moderno uretano che è lo stesso materiale delle ruote da strada invece delle attuali sospensioni nere in gomma naturale che dalle foto si vede anche che lavorano male in quanto sono molto compresse. In più si eliminerebbe l’antiestetico dado autobloccante.perno10mmsospensionipiattellidado-compressione-sospensioni
  2. Secondo aspetto: ma questo è solo estetico, sottoporrei le piastre e le crociere ad una pallinatura (non una sabbiatura) in modo da uniformare l’aspetto dell’alluminio e renderlo lucente.

Ancora tantissimi complimenti!!

Custom Quad Roller Skate by Luca Galbiati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti al canale YouTube
RollerQuad.it by Giovanni Simiani

GRAZIE! <3