Apriamo il 2017 con una bella novità per il pattinaggio quad italiano. Chicks in Bowls Italy. A dicembre scorso sono stato contattato da Irene Dose che mi ha parlato della sua iniziativa a supporto del movimento “Chicks in Bowls” in Italia. Non vi anticipo niente, buona lettura.

Racconta un po chi sei, dove vivi e cosa ti piace fare.

Mi chiamo Irene Dose, per le amiche “Doom”. Vivo a Trieste da un paio di anni dove lavoro come graphic designer, sono co-fondatrice del brand “Busking Bears”, una piccola linea di abbigliamento che porto avanti con mio fratello Tommaso, insegno fumetto per bambini e progettazione grafica all’Accademia di Fumetto di Trieste. Nel tempo libero gioco a roller derby con le Banshees – Roller Derby Bassa Friulana e pattino sulle rampe degli skate park.

Chicks in Bowls Italy
Chicks in Bowls Italy

Quando hai indossato i pattini quad per la prima volta.

Era marzo 2013 e mi trovavo a Brema, nel nordovest della Germania. Mi ero da poco trasferita ed ero venuta a conoscenza della squadra di roller derby locale, le Bremen Meatgrinders.
Il roller derby è uno sport di contatto femminile su pattini a rotelle. Si gioca su una pista ovale su cui si fronteggiano due squadre composte da cinque persone l’una. Quattro ragazze per squadra hanno il compito di difendere (le blocker) e una attacca (la jammer). La jammer deve superare le blocker avversarie e, dal secondo giro di pista in poi, colleziona un punto per ogni avversaria che supera.
Entusiasta ho scritto alle Meatgrinders chiedendo loro di potermi allenare e diventare una “fresh meat” (nel gergo le novelline). Non avevo mai pattinato in vita mia, ma appena ho messo i pattini quad addosso ho capito che non volevo fare altro. In effetti così è stato: nonostante infortuni anche lunghi e incidenti di percorso di varia natura, da quella volta non ho più smesso.

Quando hai iniziato a pattinare sulle rampe?

Dopo qualche sporadico tentativo nel 2014, ho iniziato a frequentare gli skatepark con continuità dopo l’estate del 2015. Ho fatto in viaggio toccando alcune città europee con la mia amica Dafne (@daphomet su instagram) e abbiamo iniziato insieme a praticare questa disciplina.
Siamo entrambe di Trieste e cerchiamo di incontrarci il più possibile per continuare ad imparare, con tantissimo supporto dagli skaters locali.

Chicks in Bowls Italy
Meetup a Nova Gorica – Agosto 2016 – Foto by Barbara Vo
Chicks in Bowls Italy
Chicks in Bowls Italy

Mi hai parlato del movimento “Chicks in Bowls” spiegaci nello specifico cos’è.

Qualche anno fa la neozelandese Samara Pepperell (Lady Trample) ha iniziato per scherzo a chiamare “Chicks in Bowls” la crew di ragazze con la quale andava in skatepark a pattinare con i pattini quad che già utilizzava per giocare a roller derby.
Ci fece una t-shirt per lei e le sue amiche, ma la cosa prese subito piede tramite i social e nel giro di pochi anni

“Chicks in Bowls” è diventato un vero e proprio movimento che vuole riportare le pattinatrici ma anche i pattinatori quad sulle rampe degli skatepark.

Internet gioca un ruolo fondamentale in tutto questo per scambiarsi informazioni e idee sui trick. Per spiegarlo ai miei amici provo a chiedergli “come sarebbe se ti trovassi di punto in bianco con uno skateboard in mano senza sapere cosa puoi farci?”. In questo momento stiamo attraversando una fase molto simile: è una rivoluzione, è la nascita (anzi, rinascita dato che negli anni 70 già esisteva) di uno sport, è una cosa tutta da inventare.
Oggi Chicks in Bowls non è solo un movimento ma anche una linea di abbigliamento e accessori per il pattinaggio quad sulle rampe: sul sito si possono trovare sliders, grind trucks, ruote e tanto altro. Al momento sono la responsabile della pagina “Chicks in Bowls Italy” e grazie al prezioso contributo di tutte le ragazze che vengono dal roller derby italiano mi occupo di organizzare eventi in giro per l’Italia per promuovere il movimento e la sua filosofia.

Chicks in Bowls Italy
Chicks in Bowls Italy – Foto by Barbara Vo

Chicks in Bowls, com’è la scena in Italia?

Francamente è difficile dirlo! Penso che la maggior parte delle persone che si avvicinano alle rampe provengano dalla scena roller derby, anche se ultimamente sto entrando in contatto con alcune ragazze sparse per l’Italia che non conoscono il roller derby ma si avvicinano alle rampe con i pattini quad. Mi piacerebbe conoscerne di più!
Ci sentiamo moltissimo online e quando possiamo ci riuniamo nella stessa città per una giornata o due sulle rampe. Sono in stretto contatto anche con le ragazze di Chicks in Bowls Svizzera, Austria, Slovenja e Croazia, con le quali abbiamo già organizzato degli eventi.
Al momento sono supportata moltissimo dalle ragazze di RollerFighters, un negozio online di attrezzatura che nell’ultimo anno si è avvicinato molto alla scena del pattinaggio quad sulle rampe e mi ha offerto una sponsorizzazione.

Chicks in Bowls Italy
Chicks in Bowls Italy – Foto by Fabio Bruno

Ci sono eventi in programma per il 2017?

Assolutamente sì! Il 13 e 14 febbraio il Moxi Team (delle ragazze che sulle rampe fanno cose spaziali, capitanate dalla creatrice dei pattini Moxi, Estro Jen) arriverà in Italia e saremo pronte ad accoglierle a Milano assieme a RollerFighters!
Il primo aprile invece ci sarà una giornata interamente dedicata alle rampe all’interno della Fight Cup – zona Monza – e presto verrà annunciato il programma!
In estate invece conto di organizzare altri meetup e magari qualche piccolo contest, quindi è fondamentale seguire la pagina facebook per rimanere aggiornati.

Che tipo di attrezzatura si utilizza per andare sulle rampe?

I pattini quad sono la base. Non devono per forza essere pattini di prima classe, soprattutto se si è alle prime armi. Anche le protezioni sono fondamentali, soprattutto se non si è esperti: il casco, le ginocchiere, le gomitiere e le polsiere andrebbero sempre indossate se non si è sicuri del proprio equilibrio. Personalmente faccio sempre in modo di indossare ginocchiere e polsiere, anche su rampe piccole. Anche il casco è importante: lo indosso su rampe che vedo per la prima volta o su bowl particolarmente profonde e che non conosco. Comunque in genere non esiste un “codice”: trovo che ognuno debba essere molto consapevole dei propri limiti e regolarsi di conseguenza.
Gli sliders sono molto comodi e fondamentali per grindare: io li ho installati di recente e ho notato che anche il drop in è molto più semplice se parto appoggiando lo slider sul coping. Prima saltavo partendo dai freni, ma facendolo trovo si perda un po’ di velocità.
I truck che generalmente arrivano assemblati ai pattini quad sono stretti per garantire la velocità. Un assetto con truck più larghi e ruote di dimensioni ridotte e più dure favorisce la velocità e la stabilità su rampe di legno o cemento liscio.
Su cemento particolarmente rovinato uso ancora ruote morbide, anche se compromettono la velocità.
Il mio setup attuale comprende stivaletti Moxi, piastre Sure Grip Avanti in alluminio, Sliders CiB, ruote park Reckless X CiB, cuscinetti e freni Bionic.

Parlami anche della tua passione per il Roller Derby.

Come anticipavo sopra, ho iniziato a praticare il roller derby in Germania. Una volta tornata in Friuli-Venezia Giulia dopo il mio anno all’estero ho notato che non si era ancora mosso niente in regione quindi abbiamo di iniziare a formare una squadra.
Dopo due anni e mezzo le Banshees hanno fatto tanta strada e sono contenta che un progetto nato nell’estate 2014 nella pista di pattinaggio dietro casa abbia preso le sembianze di un’associazione sportiva dilettantistica che ha davvero tanto da dare. Sicuramente la soddisfazione più grande è sentire le ragazze dire che “siamo famiglia” e condividere con le altre i propri progressi nel roller derby e anche al di fuori: significa che stiamo crescendo e lo stiamo facendo insieme.

Pattini anche in strada?

Purtroppo sempre di meno. Le piste ciclabili a Trieste sono limitate e dissestate, eccezion fatta per il percorso che collega la Slovenia alla zona San Giacomo e che mi piace percorrere di ritorno dallo skatepark di Altura: dopo una decina di minuti di discesa si è già in centro città.
Il mio setup per la strada è al momento lo stesso che utilizzo per le rampe: basta un cambio di ruote e sono pronta.

Ok, allora un imbocca al lupo da RollerQuad.it per tutte queste belle iniziative e per tutti gli interessati questi sotto sono i link ai profili social del movimento Chicks in Bowls in Italia.

Instagram di Irene Dose: https://www.instagram.com/sailordoom_394/
Instagram di Chicks in Bowls Italy: https://www.instagram.com/cibitaly/
Facebook di Chicks in Bowls Italy: https://www.facebook.com/chicksinbowlsitaly/

Chicks in Bowls Italy – Ragazze in pattini quad sulle rampe

Iscriviti al canale YouTube
RollerQuad.it by Giovanni Simiani

GRAZIE! <3