Come affrontare le discese con i pattini? E’ giunto il momento di scrivere questo articolo per i principianti del pattinaggio quad e aggiungo anche inline, infatti le tecniche per affrontare le discese con i pattini in linea e con i pattini tradizionali quad non sono molto diverse. Mi sono deciso a scrivere dopo aver visto questo video. Alzate il volume e non ridete troppo mi raccomando! Per fortuna tutto è andato bene o almeno credo 😀

 

Cosa ha sbagliato la ragazza con la felpa bianca? Tutto direi, la sua amica invece ha avuto la prontezza di reggersi un po al muro e poi dopo si è lanciata a terra frenando la corsa. E’ importante questo video perchè si vede senza provarlo cosa succede se si scende in pattini per una discesa senza saper frenare. C’è da dire che la pendenza della rampa è abbastanza importante, ad occhio sarà del 10% quindi è normale prendere grande velocità, e senza vie di fuga e con una saracinesca davanti lo schianto è assicurato. La ragazza per arrivare a fine discesa avrebbe dovuto frenare per tutta la lunghezza data la sua inesperienza. Una discesa di questo tipo è totalmente inutile ma può essere un buon modo per sperimentare cosa significa affrontare una discesa.

Come frenare in strada con i roller quad?

Come ho già scritto nella guida sulle frenate “Imparare a frenare è la cosa più importante per un pattinatore dopo l’equilibrio e la spinta” i tipi di frenata li potete trovare tutti ben spiegati nell’articolo Come frenare in strada con i roller quad ma riporto qui i due tipi di frenata più importanti e obbligatori per poter andare in giro su pubblica via aperta al traffico con i pattini e non fare danni a se stessi e agli altri. Ricordo che pattinare in strada non è consentito dal codice della strada anche se le forze dell’ordine tollerano quasi sempre, quindi bisogna mantenere un profilo cauto e non dare troppo nell’occhio.

Frenata a spazzaneve o meglio spazzasfalto

PRO: Efficace in lunghe discese, consumo nullo delle ruote.
CONTRO: Nessuna controindicazione

Se ci si trova su una strada in pendenza si può rallentare mettendo i piedi leggermente divaricati, un po come per gli sci a spazzaneve, qui li chiamerei spazzasfalto. Come si vede dalla figura sotto i pattini e quindi le gambe non devono essere vicine anzi più si allargano più si riuscirà a frenare con efficacia. Ovviamente non bisogna esagerare, l’angolo di convergenza deve essere dapprima minimo, quando si incomincia a rallentare si può accentuare la convergenza fino a frenare. Non so come spiegarlo meglio, bisogna provare. Ovviamente si possono utilizzare più tecniche insieme, prima spazzaasfalto per rallentare e poi frenata a T che trovate sotto. Il consumo delle gomme è minimo, praticamente impercettibile.

  1. BARICENTRO CORPO
  2. SENSO DI MARCIA
Come affrontare le discese con i pattini?
Frenata a spazzasfalto

Edit 30 Luglio 2018: Dopo la pattinata in Valtellina di Sabato scorso, aggiungo all’articolo questa foto che è molto esplicativa sulla frenata a spazzaneve. Abbiamo affrontato con pattini Inline e con pattini quad pendenze del 10%, 15% e qui sotto in foto forse anche 20%, quindi molto impegnative e posso affermare che almeno per quanto riguarda i quad ma guardando l’amico che mi precedeva in inline, la frenata più efficace e sicura su strada in condizioni di forte pendenza è lo spazzaneve. Video del giro in Valtellina

Frenata spazzaneve su forti pendenze: Gambe divaricate e convergenza dei pattini. Uguale per pattini inline e quad.

Frenata a T o Trasversale

PRO: Alto controllo e precisione ad alte e basse velocità.
CONTRO: Le ruote si consumano molto e in modo disomogeneo.

La frenata più comune in assoluto e la frenata a T che sta per trasversale. In pratica abbiamo un pattino che tiene la direzione, quindi il baricentro (1)  si trova al centro del pattino portante. L’altro pattino messo quasi a 90° utilizza l’attrito delle gomme contro marcia per frenare. Il pattino che frena non deve essere puntato con violenza a terra, va adagiato prima con la ruota indicata nella freccia (3) poi la ruota subito dietro. Per facilitare questa posizione delle gambe è bene piegarsi qualche grado sulle ginocchia, portare le due braccia avanti e arretrare il pattino frenante più di quanto mostrato nella figura sotto. Una volta capito l’esercizio le braccia avanti non servono più, le ginocchia non vanno più tanto piegate e il pattino non va troppo arretrato. Questa tecnica fa frenare con efficacia ma consuma molto le ruote, soprattutto quella indicata (3) per questo conviene invertire le ruote ogni volta che si pattina.

  1. BARICENTRO CORPO
  2. SENSO DI MARCIA
  3. ATTRITO
Come affrontare le discese con i pattini?
Frenata a T o Trasversale

Qual’è la migliore frenata in strada con i pattini?

Senza pensarci due volte, la frenata a T o trasversale. Ottimo controllo sia a basse velocità che a velocità sostenute. Unico neo è l’usura della ruota anteriore SX del pattino DX che si rimedia facilmente effettuando dopo la pattinata la rotazione delle ruote, oppure se si dispone di un pattino a sgancio rapido anche durante la pattinata. In questa guida spiego come invertire le ruote del pattino quad.

Esistono anche altri modi per rallentare come ad esempio lo slalom o il zig zag e devo dire che questi tipi di frenata sembrerebbero efficaci perché si rallenta però è come se un motociclista iniziasse a fare lo slalom su una discesa… non è proprio una cosa normale in strada, senza contare che se si pattina in gruppo il pattinatore più veloce che giunge da dietro potrebbe colpirvi perché lo slalom ha una traiettoria imprevedibile. In strada bisogna stare attenti a tutto, guardare tre macchine più avanti di quella che ci precede, guardare le buche insomma tutti i sensi allerta!

Bisogna sempre frenare?

Il principiante per paura tende sempre a frenare, anche quando non c’è bisogno. Alcune discese ad esempio hanno pendenze che non fanno aumentare la velocità ma anzi bisogna spingere pur trovandosi in discesa, altre invece finiscono con la diminuzione della pendenza che fa rallentare l’andatura spontaneamente con l’attrito delle ruote. Insomma una volta diventati abili si tende a frenare sempre meno e a sfruttare le pendenze. Una volta diventati bravi la discesa sarà pura adrenalina.

Guardiamo un video: Come affrontare le discese con i pattini?

In questo video che ho girato personalmente a Roma in Viale Washington, la pendenza non è elevatissima e quindi all’inizio per prendere velocità, non si vede ma ho dovuto spingere con i miei pattini quad. Successivamente ho sfruttato il rettilineo in leggera pendenza dove ho raggiunto velocità di 50km/h. Come si vede dalla ripresa quasi rasoterra, ero in assetto aerodinamico, ad uovo per opporre meno resistenza possibile. Una volta alzato in piedi la sola aereodinamica modificata ha rallentato la corsa, il resto lo ha fatto la pendenza e l’attrito. In pratica non ho mai frenato se non nell’ultimo momento.

Tutto questo è pericoloso e vietato dal codice della strada come spiegato qui, lo so, ma fa parte del divertimento di questo sport che se praticato con una certa responsabilità non crea problemi. Ovvio che uscire in strada senza saper frenare è un pericolo assicurato soprattutto nelle città in pendenza come Roma e Napoli dove pattino di solito. Milano da quest punto di vista è tranquillissima e a parte qualche cavalcavia non ha discese significative, ma basta partecipare alle uscite nelle valli alpine per incontrare pendenze di tutto rispetto. Quindi tutti devono saper frenare.

Bisogna conoscere le strade prima di avventurarsi

Molto importante conoscere le strade prima affrontare una discesa. Bisogna studiare il tragitto, le curve, le strade che si incrociano, i semafori e per ultimo anche lo stato dell’asfalto. In questo video sempre girato a Roma per la troppa velocità non sono riuscito a girare in una curva molto stretta finendo a bordo strada in una piccola porzione di asfalto dissestato. Ho perso il controllo e la prima via di fuga trovata non era delle migliori. Per fortuna mi sono rialzato senza conseguenze. Nel video si vedono anche frenate a spazzaneve e a T. Ecco il video.

Le discese di Roma in pattini

Negli ultimi otto anni ho girato tantissimi video in discesa sulle strade di Roma e non solo, devo dire che ho frenato molto poco… ma è molto utile analizzare questi video in soggettiva perché si vede molto bene la situazione. Nella play list sotto ci sono solo alcuni video ma vi invito a  visitate il mio canale YouTube e sottoscrivetelo per ricevere subito novità e video di pattinaggio.

I pericoli sono sempre dietro l’angolo!
Mi raccomando attenzione e consapevolezza delle proprie capacità.
Se ti è piaciuto l’articolo condividilo.

Come affrontare le discese con i pattini?

Supporto il pattinaggio quad in strada con video e guide. Realizzo pattini quad artigianali con ruote da strada di mia progettazione e realizzazione. Contattami

Leggi anche questi articoli:

Related Post

Iscriviti al canale YouTube
RollerQuad.it by Giovanni Simiani

GRAZIE! <3